Ho 56 anni e soffro di Parkinson da 6 anni. Non sono presenti impedimenti motori, non c'è rigidità muscolare, non ci sono limitazioni alla vigilanza. Come secondo legge, non sono affetto da malattie mentali o vizi che diminuiscono, anche temporaneamente, la capacità di intendere e di volere. Secondo voi sono, queste, condizioni compatibili od incompatibili con la titolarità del porto d'armi per uso sportivo?

Risposta a cura dell’Avv. Adele Morelli

Se lo stato di salute è confacente alle esigenze legate alla titolarità di una licenza di PS, come prescritte dal DM 28.04.1998 (funzionalità arti superiori, assenza alterazioni neurologiche, etc..), perché la malattia è stabilizzata (la medicina, oggi, sta conseguendo importanti risultati in materia di Parkinson), è possibile essere titolari di PDA (vi sono dei casi, di cui la nostra associazione di categoria è a conoscenza). In ogni caso, la prassi vuole che la valutazione medica vada effettuata presso la Commissione AUSL della provincia di competenza.

Avv. Adele Morelli

scuola armieri

Scuola armaioli

Il TIMA è un corso facoltativo di durata triennale di IPSIA Beretta nato per unire il percorso scolastico alle richieste che offre il settore armiero in Valle Trompia.

Approfondisci
banchi di prova

Banchi di prova

Tutte le armi da fuoco dei Paesi aderenti alla CIP sono soggette a collaudo ed a certificazione tramite l'impressione dei Marchi dei Banchi di Prova dei rispettivi Paesi.

Approfondisci
Convenzione CONARMI - SAP Sindacato Autonomo di Polizia

Convenzione CONARMI - SAP Sindacato Autonomo di Polizia

È stata siglata la convenzione CONARMI-SAP che permetterà agli iscritti al Sindacato Autonomo di Po…

Leggi la news