PdA conseguito negli USA e richiesta di PdA in Italia: ci sono accordi per il riconoscimento del certificato americano di maneggio armi?

Sono un cittadino italiano che per molti anni è vissuto negli Stati Uniti, ove ha conseguito un regolare porto d'arma uso caccia attualmente valido ed efficace. Ora, trasferitomi in Italia, ho presentato istanza di porto di fucile uso caccia, conseguendo con profitto l'esame venatorio, tuttavia mi chiedo cosa debba fare per il maneggio delle armi. Ci sono per caso accordi bilaterali tra stati extra Schengen? Oppure deve conseguire il maneggio presso un TSN qui in Italia?

Risposta a cura dell'Avv. Adele Morelli

Per quanto è di conoscenza del Conarmi, non parrebbero esserci accordi tra Italia ed USA per riconoscere reciprocità alle licenze di caccia rilasciate ai cittadini di questi due paesi e, considerando altri casi di cittadini sia comunitari (con domicilio o residenza in Italia) sia provenienti da paesi extra CEE (stabilitisi in Italia), che già avevano conseguito un porto d’armi nel loro paese di provenienza, possiamo riferire che costoro hanno sempre seguito l’iter completo previsto dalla normativa italiana per il conseguimento del PDA in Italia, ivi incluso l’esame di maneggio armi presso un TSN.

Avv. Adele Morelli

scuola armieri

Scuola armaioli

Il TIMA è un corso facoltativo di durata triennale di IPSIA Beretta nato per unire il percorso scolastico alle richieste che offre il settore armiero in Valle Trompia.

Approfondisci
banchi di prova

Banchi di prova

Tutte le armi da fuoco dei Paesi aderenti alla CIP sono soggette a collaudo ed a certificazione tramite l'impressione dei Marchi dei Banchi di Prova dei rispettivi Paesi.

Approfondisci
Convenzione CONARMI - SAP Sindacato Autonomo di Polizia

Convenzione CONARMI - SAP Sindacato Autonomo di Polizia

È stata siglata la convenzione CONARMI-SAP che permetterà agli iscritti al Sindacato Autonomo di Po…

Leggi la news