La Carta Europea non consente di portare armi all’estero per ragioni di difesa personale

Sono cittadino italiano iscritto AIRE con domicilio e residenza in Svizzera, con Porto d'Armi svizzero per difesa personale (no caccia, no uso sportivo). Per ragioni connesse alla mia attività lavorativa devo girare armato. Se devo spostarmi temporaneamente (giorni, settimane o mesi) in Italia per motivi lavorativi e dovendo sempre muovermi armato, mi è sufficiente la sola Carta Europea armi da fuoco oppure devo richiedere il Porto d'Armi per difesa personale in Italia? In caso io sia tenuto a richiedere il Porto d'Armi per difesa personale in Italia, quale sarebbe la procedura, visto che ho sia residenza che domicilio estero?

Risposta a cura dell'Avv. Adele Morelli
  • La Carta Europea consente di portare con sé temporaneamente delle armi in Italia o altro Paese comunitario solo per ragioni di caccia o sportive e non per motivi di difesa personale (Art. 12 Direttiva UE 477/91);
  • I cittadini comunitari possono conseguire autorizzazioni di Pubblica Sicurezza in Italia solo se abbiano qui stabiliti la residenza o il domicilio (Art. 6 D. Lgs 527/92).

Sulla base di ciò e per quanto di nostra conoscenza, non siamo in grado di fornirle ulteriori indicazioni di carattere operativo.

Avv. Adele Morelli

scuola armieri

Scuola armaioli

Il TIMA è un corso facoltativo di durata triennale di IPSIA Beretta nato per unire il percorso scolastico alle richieste che offre il settore armiero in Valle Trompia.

Approfondisci
banchi di prova

Banchi di prova

Tutte le armi da fuoco dei Paesi aderenti alla CIP sono soggette a collaudo ed a certificazione tramite l'impressione dei Marchi dei Banchi di Prova dei rispettivi Paesi.

Approfondisci
Convenzione CONARMI - SAP Sindacato Autonomo di Polizia

Convenzione CONARMI - SAP Sindacato Autonomo di Polizia

È stata siglata la convenzione CONARMI-SAP che permetterà agli iscritti al Sindacato Autonomo di Po…

Leggi la news