Rimozione della bindella e alterazione d'arma

Ho sbindellato personalmente una vecchia canna Breda del 1962 con peso impresso. Sono in regola, visto che la canna ha perso circa 100 grammi, oppure si può sostenere l’alterazione d’arma?

Risposta a cura dell’Avv. Adele Morelli

Premesso che la bindella è elemento saldato sulla canna fin dall’origine (per questo fa cumulo con il peso complessivo della canna) e che la sua rimozione, se effettuata ad elevate temperature o con taluni armesi (probabilmente non è il caso posto nel quesito, atteso che in passato la bindella era saldata sulla canna a stagno e quindi rimovibile a basse temperature), potrebbe danneggiare la canna compromettendone la tenuta, va comunque evidenziato che la sua rimozione non integra il reato di alterazione d’arma, poiché non rientra in nessuna delle ipotesi previste dall’art. 3 della L. n. 110/1975, che così prevede “Chiunque, alterando in qualsiasi modo le caratteristiche meccaniche o le dimensioni di un’arma, ne aumenta la potenzialità d’offesa, ovvero ne renda più agevole il porto, l’uso o l’occultamento, è punito con la reclusione da uno a tre anni e con la multa da €309 a €2.065”.

Avv. Adele Morelli

scuola armieri

Scuola armaioli

Il TIMA è un corso facoltativo di durata triennale di IPSIA Beretta nato per unire il percorso scolastico alle richieste che offre il settore armiero in Valle Trompia.

Approfondisci
banchi di prova

Banchi di prova

Tutte le armi da fuoco dei Paesi aderenti alla CIP sono soggette a collaudo ed a certificazione tramite l'impressione dei Marchi dei Banchi di Prova dei rispettivi Paesi.

Approfondisci
Novità tra i corsi e seminari 2021 - Presto i percorsi dedicati

Novità tra i corsi e seminari 2021 - Presto i percorsi dedicati

Le proposte del CONARMI per il 2021 si ampliano con nuovi corsi e seminari dedicati, tra questi mol…

Leggi la news