Procedure per la vendita di armi dall'armeria al Comune

Sono titolare di un’armeria e, quando devo spedire le armi ad un Comune che ce le ha ordinate per fornirle in dotazione al corpo della Polizia Municipale, utilizzo un’armeria sita in quel comune come tramite: è corretto? Quale procedura esattamente va seguita?

Risposta a cura dell'Avv. Adele Morelli

La procedura corretta da seguire è quella indicata nel quesito ossia l’invio ad un’armeria del posto, che poi si preoccuperà del disbrigo delle pratiche burocratiche e presso la quale obbligatoriamente dovranno essere ritirate le armi. La normativa di riferimento è prevista dall’art. 17 L. n. 110/1975 come da ultimo modificato dal D.Lgs. n. 104/2018 (compravendita di armi per corrispondenza o a distanza, in vigore dal 14.09.2018, che ha vietato la spedizione delle armi a soggetti diversi dai titolari di licenze professionali) e dalla Circ. Min. Int. esplicativa nr.  557/PAS/U/012678/10900(27)9 del 12.09.2018 (pag. 11), da cui si evince la procedura da seguire:

  • Il Comune, munito del nullaosta all’acquisto rilasciatogli dal suo questore, effettua l’ordine a distanza alla prima armeria ed effettua sempre in favore di questa il pagamento;
  • La prima armeria contatta un’armeria sita nel comune interessato o lì vicino e si accorda per spedirle le armi; quindi la prima armeria effettua lo scarico dal registro avendo come riferimento l’armeria destinataria della fornitura, la quale figurerà anche come destinataria nell’Avviso Trasporto Armi; la fattura e il DDT saranno invece intestati al Comune;
  • Il Comune (solitamente a mezzo del proprio sindaco) si recherà presso la seconda armeria a ritirare le armi; questa seconda armeria, che nel frattempo aveva caricato le armi come ricevute dalla prima armeria, le scaricherà con i riferimenti del nullaosta all’acquisto del Comune a mezzo del suo sindaco.

Avv. Adele Morelli

scuola armieri

Scuola armaioli

Il TIMA è un corso facoltativo di durata triennale di IPSIA Beretta nato per unire il percorso scolastico alle richieste che offre il settore armiero in Valle Trompia.

Approfondisci
banchi di prova

Banchi di prova

Tutte le armi da fuoco dei Paesi aderenti alla CIP sono soggette a collaudo ed a certificazione tramite l'impressione dei Marchi dei Banchi di Prova dei rispettivi Paesi.

Approfondisci
IL CONCETTO DI PARTE (ESSENZIALE) D'ARMA: Il calcio è parte essenziale?

IL CONCETTO DI PARTE (ESSENZIALE) D'ARMA: Il calcio è parte essenziale?

Eccovi l'articolo di Armi Magazine, pubblicato sul numero di Luglio 2020, nel quale il nostro consu…

Leggi la news